Glaucoma

Il glaucoma è una neuropatia ottica cronica progressiva, in cui si documentano alterazioni morfologiche caratteristiche della testa del nervo ottico e dello strato delle fibre nervose retiniche peri-papillari, in assenza di altre patologie oculari.
Il glaucoma, in particolare il glaucoma ad angolo aperto, è certamente una delle più importanti patologie oculari, sia per quanto riguarda la prevalenza e l’impatto socio economico sia per quanto riguarda la prognosi e la qualità di vita del paziente e rappresenta la seconda causa assoluta di cecità dopo la cataratta e la prima causa di cecità irreversibile al mondo.
Si stima che le persone affette da glaucoma nel mondo siano 66.8 milioni di cui 6.6 milioni sono cieche, che in Italia siano affetti circa 800.000 pazienti e che ci siano 1.500.000 persone che presentano ipertensione oculare (pressione intra oculare al di sopra dei valori considerati per dato statistico nei limiti della norma in assenza di danno morfologico o funzionale a carico delle fibre nervose del nervo ottico).
A 5 anni il 10% degli ipertesi oculari può sviluppare glaucoma. La terapia riduce del 50% il rischio di conversione da ipertensione a glaucoma come riportato da Kass nel The Ocular Hypertension Treatment Study.
Lo scopo della diagnosi è quello di poter iniziare una terapia il più precocemente possibile, in modo da bloccare la progressione della perdita di cellule ganglionari, quello del trattamento è di mantenere la qualità della vita del paziente ad un costo adeguato.
L’unica possibilità di trattamento disponibile oggi è abbassare la pressione intraoculare sino ad impedire che questa contribuisca a far insorgere danni al nervo ottico. Quando il trattamento medico e quello con il laser risultano inefficaci o non applicabili, viene presa in considerazione la microchirurgia.
La maggior parte dei pazienti seguiti a livello ambulatoriale sono considerati a rischio per progressiva perdita del campo visivo e quindi alta probabilità di andare incontro a perdita del visus fino alla cecità.
Il sevizio si occupa di:

  • screening e prima diagnosi;
  • continuità terapeutica, pazienti già con diagnosi e considerati a rischio sulla base del deficit campimetrico;
  • glaucoma advanced: pazienti con malattia già conclamata che richiedono trattamento para-chirurgico o chirurgico.

Per ciascun paziente viene definito un percorso clinico-diagnostico individuale sulla base dei dati clinico-strumentali al fine di decidere la migliore tempistica dei controlli annuali e la migliore strategia terapeutica.

Share by: